Aristotele invita Velázquez a colazione e gli prepara uova e (Francis) Bacon

A cosa serve il teatro e in che modo può contribuire allo sviluppo della società? Una domanda che diventa ancora più urgente quando è formulata nell’ambito privilegiato in cui si costruisce la società del futuro: la scuola. Con i Classroomplay, il teatro si mette al servizio degli studenti e si fa strumento didattico, per mezzo di un approccio multidisciplinare che attraversa filosofia, storia, letteratura, arte.
Il progetto, che si sviluppa nell’arco di un triennio, si centra sulla relazione che intercorre tra una visione del mondo e le forme culturali attraverso cui essa si manifesta.
Il primo anno, con Aristotele invita Velázquez a colazione e gli prepara uova e (Francis) Bacon, si indagheranno – a partire dalla Poetica aristotelica – i concetti di presentazione e rappresentazione dalla Grecia alla modernità, il principio di formalizzazione e il primato del verosimile sul vero.

Martedì 5 marzo, alle 9, andrà in scena l’opera di Davide Carnevali “Aristotele invita Velazquez a colazione e gli offre uova e (Francis) Bacon”. In cattedra gli attori di Emilia Romagna Teatro Michele Dell’Utri e Michele Francia, mentre la singolare platea, allestita tra banchi e sedie, sarà occupata dagli alunni di una classe seconda dell’Istituto.